News, Eventi & Offerte

dedicati a voi

Itinerari – Limone – Coste di Reamol, Larici e Ciclabile sospesa

La partenza è prevista nella zona adiacente al palazzetto dello Sport di Limone sul Garda.

DIFFICOLTA’:
Medio
TIPOLOGIA:
All Mountain/ Enduro
PARTENZA:
Limone del Garda
DISLIVELLO:
1500 mt
DISTANZA:
37 km
DURATA:
6 Ore
TIPOLOGIA E-BIKE:
E-Mtb full suspension
CONSUMO BATTERIA:
1 batteria 100%

Saliremo subito con buone pendenze su strada principale verso la frazione di Vesio e, giunti poco prima del centro, deviamo verso destra e ci portiamo verso l’ascesa nella bellissima Val di Bondo, rigogliosa di piccoli rigagnoli d’acqua che confluiscono nel torrente che prende il nome della valle.

Limone del Garda

Mentre pedalate incontrerete anche la numerazione progressiva dei tornanti per giungere al passo Nota. Avrete modo di fermarvi , prima del bivio con il Tremalzo, al rifugio Alpini fratelli Perdercini dove un simpaticissimo gestore in una struttura variopinta e colorata saprà darvi il giusto calore.
Proseguiamo ora verso il Rifugio Passo Nota ( 1208 mt) dove la sosta con foto vicino al cannone militare è d’obbligo!
Qui l’ennesimo paradiso nonché un pezzo della storia d’Italia. Il passo è costituito da un ampio declivio erboso; lo raggiungeva “una strada buona da carri” già prima nel ‘400 dalla Val di Ledro, che scendeva verso la riviera gardesana attraverso la Valle di Bondo. Costituiva in pratica l’unico valico agevole tra Ledro e Giudicarie e la valle del Garda.

Rifugio Passo Nota

Proseguiamo ora verso la mulattiera che troviamo alla sinistra del rifugio verso Passo Bestana (1286 mt) quindi Bocca dei Fortini (1.243 mt).
A questo punto l’ascesa sarà quasi terminata.
Proseguendo infatti verso Passo Guil (1209 mt): il lago di Garda si mostrerà a voi già da Baita Segala ed il sapore degli aghi dei pini vi riempirà di felicità. Giunti al Passo, fate attenzione: deviate a sinistra e poi subito destra con lo curva finale per i Prati di Guil (1240 mt).

Giunge il momento di riprendere fiato e prepararsi per l’adrenalinica nonché super panoramica discesa. Il primo tratto vi porterà a Passo Rocchetta (1159 mt ) letteralmente sospesi sul Garda con uno skyline spettacolare. Da questo istante massima attenzione e concentrazione.
Dopo la foto di rito sulle prime creste, iniziano quelle di Reamol. Ci sarà un veloce tratto ghiaioso da oltrepassare con cautela visti i circa 900 mt di vuoto sotto di voi poi per il resto, sempre con massima lucidità, si possono fare per giungere sotto Bocca dei Larici (881 mt ).

Saliamo sulla cresta superiore per l’ennesima foto di rito.
Riprendiamo quindi la ebike e affrontiamo sul 422a le creste del Larici. Anche qui, molta attenzione perché seppur panoramico e adrenalinico, sotto di voi il vuoto c’è…
Proseguiamo in sella fino a deviare a sinistra: questo tratto non è segnalato da polacchini e dovrete fare molta attenzione alla traccia. L’abbiamo scelto per evitare un tratto verticale finale molto pericoloso. Con questa soluzione giungerete sul sentiero de Palaer con arrivo a Pregasina.
In pochi istanti saremo infatti davanti alla statua Regina Mundi con l’ennesimo capolavoro di panorama.

Statua Regina Mundi

Da questo momento inizia la discesa Trota. Attenzione perché non sarà una passeggiata. Non avremo strapiombi ma bensì passaggi tecnici su un terreno generalmente sassoso. Sbucherete poco prima della galleria di Riva del Garda. Qui ora dovremo girare a destra in direzione Limone. Tratto di trasferimento prima dell’inizio dell’ultima chicca della giornata: la bellissima ciclabile sospesa sul Lago Garda che troverete dopo un paio di km circa sulla vostra sinistra.

Ciclabile sospesa sul Lago Garda

Gustatevi l’emozione di questa ciclabile come premio di un tour memorabile nella nostra terra.
Giunti in centro a Limone sul Garda, ancora poche pedalate e saremo alle macchine.

Back to top